4 città da non perdere in Alto Adige

merano citta

D’estate o in inverno, in montagna o per pittoresche valli, l’Alto Adige sa dispensare senza riserve i suoi preziosi tesori al visitatore. E non soltanto quando parliamo di natura. Ecco 5 città da non perdere durante la nostra visita in Alto Adige, ideali per un weekend in Sud Tirolo.

Merano

Circondata da imponenti vette che superano i 3000 metri la bella Merano è città termale e rinomata meta turistica da quasi due secoli, già amata dall’imperatrice Sissi alla quale è dedicato anche un sentiero.

Una giornata o un fine settimana a Merano non può trascorrere senza un giro nel pittoresco centro e qualche foto dalla panoramica passeggiata Tappeiner, o una visita al Castel Trauttmansdorff. E di sera, dopo aver provato la cucina tipica del Sudtirolo bagnata da eccellenze vinicole locali, si può dormire in eleganti strutture termali come l’hotel Adria, gioiello liberty a 4 stelle.

vipiteno

Vipiteno

A quasi 1000 metri d’altezza Vipiteno precede di pochi km il valico del Brennero l’ingresso nel Tirolo austriaco. Elegante, raccolta, pittoresca, è inserita tra i borghi più belli d’Italia e stupisce per le sue architetture religiose come la Madonna della Palude, ma anche edifici civili come la bella Torre delle Dodici con i suoi frontoni gradonati che guardano i vivaci caffè del corso.

bressanone

Bressanone

È una vera oasi di pace la piccola ed elegante Brixen, città di fondovalle davvero piacevole nella stagione calda ma raccolta e pittoresca in inverno, quando si riempie dei caratteristici mercatini di Natale. Da non perdere la Karlspromenade, la passeggiata sul fiume, oltre a una visita alle principali architetture religiose cittadine come l’antico chiostro romanico e l’abbazia di Novacella.

san candido

San Candido

Siamo in Val Pusteria non lontani dal confine con l’Austria. A quasi 1200 metri d’altitudine San Candido mantiene la tranquillità tipica dei borghi pusteresi con un tocco di modernità in più, dato dal vivace centro storico e dai suoi negozietti caratteristici che spaziano dallo speck ai loden. Tra i must di una visita in città la Collegiata e la Parrocchia di San Michele, mentre per immergersi tra le cime dolomitiche basta salire con gli impianti al Rifugio Gigante Baranci che propone ottima cucina tipica.