Cosa vedere ad Alessandria: 5 cose da non perdere

alessandria piazza duomoPiazza Duomo Alessandria

Quando si cerca cosa vedere ad Alessandria, vieni inevitabilmente sommerso da decine di proposte, tutte molto allettanti, tra le quali è difficile scegliere.

Il motivo è presto svelato: Alessandria è una città affascinante, dove i palazzi e le strade sono impregnati di una storia antichissima, che ancora oggi non manca di rapire chiunque si ritrovi ad ammirare le sue bellezze.

Nasce infatti nel 1168, e da allora ha proliferato nei secoli, arricchendosi ogni giorno di più di quelle incredibili opere artistiche ed architettoniche che la rendono una città unica nel suo genere.

Visitare Alessandria significa passeggiare attraverso quasi 1000 anni di eventi fondamentali della nostra storia, significa respirare un’aria addolcita dai profumi del passato, significa che ti ritroverai al cospetto di un borgo del quale non potrai fare a meno di innamorarti.

Piazza Garibaldi

Per visitare Alessandria esiste un punto di partenza che mette d’accordo chiunque: Piazza Garibaldi.

Iniziando il tuo percorso da qui, ti ritroverai ad ammirare la piazza più bella della città, il luogo d’incontro prediletto da tutti i suoi abitanti.

Entra di diritto nelle 5 cose da vedere ad Alessandria soprattutto per il suo particolare progetto prospettico e per la storia che si nasconde al suo interno.

Diversi anni fa infatti furono ritrovati alcuni resti appartenenti al periodo neolitico, e che ora sono conservati nel museo.

Sicuramente è una tappa che non puoi perdere.

La Cittadella

Passando in rassegna cosa vedere ad Alessandria, non si può certo mettere da parte La Cittadella, forse il punto di riferimento vero e proprio della città.

Famosa per essere uno degli edifici militari più importanti d’Europa, La Cittadella fu costruita nel 1728, e da allora rimane un simbolo di perfetta architettura fortificata.

Visitare Alessandria senza rimanere incantati dalla sua spettacolare pianta a stella è quasi impossibile.

Questo maestoso baluardo torreggia sul fiume Tanaro, ed è un pilastro fondamentale anche della nostra storia nazionale.

Fu infatti il primo edificio sul quale venne innalzata la bandiera tricolore dopo l’Unità d’Italia.

Il centro storico

Se vuoi veramente visitare Alessandria, come per qualsiasi altra città, devi assolutamente fare quattro passi attraverso il centro storico.

Vagando per le vie del borgo, tra gli antichi palazzi e le strade levigate dalla storia, ti sarà facile capire che non importa cosa ci sia da vedere ad Alessandria, la sua vera essenza si trova tra i vicoli e le persone che lo abitano.

Basta fare un giro in Piazza della Libertà per essere testimoni della particolare architettura di questo luogo, di cui il Palazzo municipale ne è un perfetto esempio.

Tra i negozi e gli squarci di storia che potrai ammirare, capirai immediatamente perché Alessandria non manca mai di lasciare i visitatori senza fiato.

La Cattedrale

Il Duomo della città ha origini antichissime, risalenti quasi alla nascita del primo borgo, e per questo entra assolutamente di diritto nell’elenco di cosa vedere ad Alessandria.

Le prime fondamenta infatti, risalgono addirittura al 1170, ma la sua storia travagliata ha fatto sì che fosse demolita e ricostruita diverse volete, l’ultima delle quali nel 1803 per opera dell’imperatore Napoleone Bonaparte.

Se vuoi visitare Alessandra quindi, non puoi che soffermarti ad ammirare la sua impeccabile architettura neoclassica, che però racchiude al suo interno un passato difficile e allo stesso tempo affascinante.

Inoltre, al suo fianco si staglia un gigantesco campanile, che con i suoi 106 metri di altezza è il terzo più alto d’Italia.

Palazzo Ghilini

L’edificio simbolo della città non può mancare nella tua lista di cosa vedere ad Alessandria. Palazzo Ghilini è infatti considerato una tra le massime espressioni di architettura settecentesca barocca in tutta Italia.

Visitare Alessandria significa inevitabilmente ammirare questa maestosa costruzione, che dal 1732, anno della sua costruzione, si è evoluta insieme alla città stessa.

La storia della famiglia Ghilini è infatti fortemente intrecciata a quella del borgo, visto che i suoi componenti hanno sempre ricoperto figure di rilievo al suo interno.

Insomma, le cose da vedere ad Alessandria sono tantissime, ma Palazzo Ghilini è una di quelle che non vorrai perderti per niente al mondo.

La Chiesa di Santa Maria Del Carmine

Visitare Alessandria significa anche destreggiarti in un dedalo infinito di edifici religiosi, che non mancheranno sicuramente di attirare la tua attenzione.

Tra le tante che potresti trovare all’interno di una lista su cosa vedere ad Alessandria, la Chiesa di Santa Maria Del Carmine è forse la più particolare.

Ha innanzitutto un’origine molto antica, poiché risale addirittura al 1300, ed è quindi stata teatro di diversi eventi storici importanti.

Il più particolare ricorda quando fu addirittura trasformata in un ospedale militare nel ‘700, evento che procurò all’edificio diversi danni, oggi risanati attraverso un grande restauro.

Spicca grazie alla sua conformazione particolare, che ricorda i canoni degli edifici gotici, conservando tuttavia una differente austerità.

Questi ovviamente sono solo alcuni suggerimenti riguardo a cosa vedere ad Alessandria, quelli in grado fornirti una visione piuttosto completa del grande fascino storico che permea dalla città.

Visitare Alessandria significa fare un tuffo nel passato, indietro di quasi un millennio, e camminare, passo dopo passo, attraverso un luogo che si tinge di colori antichi, e che alla fine non dimenticherai mai più.

> Potrebbe interessarti

I migliori hotel e b&b ad Alessandria