Zagabria: Cosa vedere, cosa mangiare, dove dormire nella capitale croata

weekend a zagabria

Zagabria è la capitale della Croazia, meta ideale per un weekend di svago e relax, ma anche di visite storico-artistiche e di scoperte e zona ancora poco battuta dal turismo.

La cittadina si trova nella zona Nord-Ovest del paese ed è contraddistinta da un’architettura tipicamente austro-ungarica del XVIII e XIX secolo, da via ricche di negoziati e tipici caffè con tavolini esterni, parchi e musei.

Zagabria è una città tutta da scoprire e che vi regalerà infinite e piacevoli sorprese.

Informazioni su Zagabria

Zagabria, in croato Zagreb si estende per una superficie di 641,29 km quadrati e la sua altitudine oscilla tra i 122 e i 1.035 metri sul livello del mare. I suoi abitanti, zagabresi in italiano, sono circa 810.000, mentre la lingua ufficiale è il croato.

Il clima e caldo e temperato con estati calde e secche ma che spesso ospitano piogge pomeridiane e inverni freddi e umidi: si dice che solitamente giugno sia il mese più umido, luglio il più caldo e gennaio il più freddo. I mesi consigliati per i viaggi vanno da maggio a settembre.

Curiosità su Zagabria e sulla Croazia

L’invenzione della cravatta

Proprio così, la cravatta era un accessorio di moda indossato dai soldati croati nel XVII secolo in Francia, dove venne notato dal Re Luigi XIII che lo rese il capo maschile odierno considerato un must have di classe.

I cani dalmata

Questa razza canina deve il suo nome alla Dalmazia, area geografica della Croazia. Ad oggi i cani dalmata sono famosi e allevati in tutto il mondo.

Nikola Tesla

Il famoso scienziato, che ha anche cambiato il mondo e al quale si deve, tra le altre, l’invenzione e la scoperta della corrente alternata, ha origini croate: è nato infatti il 10 luglio 1856 a Smiljan.

penkala
Foto credit https://croatia.hr/

L’invenzione della penna

La cosiddetta penna meccanica, o Penkala, nasce nel 1906 a Zagabria per opera di Slavoljub Penkala appunto. La sua azienda, la TOZ è ancora attiva e produttiva proprio a Zagabria.

Patria dei tartufi

La Croazia è ricca di tartufi, anzi è proprio in cima alla classifica mondiale insieme all’Italia e alla Spagna. Tra i record citiamo quello del tartufo bianco più grande, entrato anche nei Guinness dei primati e ritrovato in Istria nel 1999.

Cosa vedere a Zagabria

Zagabria offre tante attrazioni e luoghi ad hoc da visitare e che riescono ad accontentare i gusti e le abitudini dei turisti più diversi, anche per età. Ecco quindi cosa visitare assolutamente in città.

Piazza Kaptol

Questa suggestiva piazza si trova nel centro della città alta ed è caratterizzata da una fontana centrale chiamata La Colonna di Maria, con ben 4 angeli alla base e tutti dipinti in oro. La piazza ha forma squadrata e permette di ammirare anche il Palazzo Vescovile e la vicina cattedrale.

Il Mercato di Dolac

Questo mercato a cielo aperto è un altro punto nevralgico di Zagabria la cui tradizione nasce negli anni ’30. Lo si può visitare tutta la settimana per l’intera giornata, mentre in quelli festivi alle 15 scatta l’orario di chiusura. Si trova in posizione centrale nel tessuto urbano e si possono trovare prodotti di ogni genere, soprattutto souvenir e alimentari. Da molti questo luogo è conosciuto anche con il nome di pancia di Zagabria.

La Torre Lotrscak

Si tratta di uno dei luoghi simbolo della città di Zagabria e per tantissimi anni ha rappresentato un ottimo sistema difensivo. La torre è dotata anche di una campana chiamata Latruncolorum, che all’epoca segnava ogni era l’orario in cui le porte della città si chiudevano: una sorta di “sirena del coprifuoco”. Il complesso architettonico è ancora conservato al meglio e vi si può ammirare un paesaggio mozzafiato da non perdere.

zagabria cattedrale

La Cattedrale di Zagabria

Si tratta di uno dei luoghi atti alla religiosità più importanti dell’intera Zagabria. La facciata è vistosamente neo-Gotica le cui guglie da 108 metri sono visibili da tutta la città. All’interno della cattedrale, enorme e che può contenere fino a 5 mila fedeli, sono visibili anche degli affreschi risalenti al 1200.

 

La Chiesa di San Marco

Chiamata anche la chiesa colorata per il tetto originale realizzato dall’architetto viennese Friedrich Schmidt e che mostra tessere colorate di azzurro, rosso e bianco.

Il Museo Etnografico

Qui sono custoditi infiniti reperti che hanno segnato la storia della Croazia. Vi si trovano anche oggetti particolari e minuterie come merletti, gioielli, ma pure strumenti musicali e tanto, tanto altro.

cosa vedere a zagabria

Il Teatro Nazionale Croato

Risale al 1895 e la sua facciata ha un inconfondibile mood neo-Barocco. Si trova in Piazza Tito ed è possibile assistere tutto l’anno a balletti classici e opere liriche.

 

La Chiesa di San Biagio

Questa chiesa è stata costruita tra il 1912 e il 1915 su progetto dell’architetto Viktor Kovacic. Proprio per questa cattedrale fu sperimentato un nuovo metodo di costruzione: la cupola è infatti realizzata con un intero pezzo di cemento armato e dal diametro di circa 18 metri.

Il Monastero e la Chiesa di San Francesco D’Assisi

Questo scrigno ancora ben tenuto si trova in Piazza Kaptol e risale al 1200. Francesco D’Assisi si narra fosse stato ospitato nella casa di una vedova e proprio lì fu eretto lo stesso monastero, considerato una delle più importanti opere francescane di tutta Europa. Il suo stile è prettamente gotico e ad oggi è conservato benissimo: per gli appassionati d’arte è un luogo assolutamente da visitare.

Il Museo Mimara

Uno dei più importanti musei della città è ricco di opere d’arte , ben 3750, che spaziano da periodi antichi fino ai giorni nostri. Tra gli artisti esposti anche Caravaggio, Raffaello, Goya e Renoir.

Il Muzej prekinutih veza

Questo è in sostanza il Museo delle relazioni interrotte, un luogo originale ma serio dove si possono ammirare oggetti di tutti i tipi che sono stati pegni d’amore di relazioni ormai concluse. Per la maggiore sono oggetti lasciati da privati ma che possono far riflettere e, perché no, anche strappare un sorriso.

Il Lago Jarun

Il Lago Jarun e il suo circondario offrono svago e divertimento a chi ama la natura e lo sport. Sono infatti molti gli impianti sportivi e i più vari, tra l’altro aperti sia di giorno che alla sera: questo è sicuramente un modo alternativo di vivere Zagabria.

parco zagabria

Il Parco e il Lago Bundek

Il caratteristico Lago Bundek è suddiviso in Lago Grande e Lago Piccolo e il circondario e il Parco offrono una location ad hoc per rilassarsi, fare due passi o uno spuntino.

Il Giardino Botanico di Zagabria

Quest’area verde decisamente suggestiva è aperta dall’1 aprile all’1 novembre e nacque nel 1890. 10 mila sono gli esemplari di piante custoditi e visibili nel periodo d’apertura, molte non autoctone ma provenienti addirittura dai Tropici.

Cosa mangiare a Zagabria

A Zagabria è possibile assaporare piatti tipici croati e che sono anche soggetti ad influenze mediterranee, ma pure ungheresi ed austriache. Ecco la nostra selezione appositamente stilata per voi.

Il Pecenje con mlinci o pecenikrumpir

Si tratta di un piatto che ha influenze austriache e caratterizzato da carne arrostita accompagnata da patate o pasta al forno.

Il Zagrabacki odrezak

Questo piatto tipico della città di Zagabria ricorda il classico cordon bleu ed è realizzato con carne di vitello imbottita da formaggio e prosciutto, poi impanata e fritta.

La Palacinke

Questo è invece un dolce tipico che ha influenze ungheresi e che ricorda le crepes. La sfoglia all’uovo infatti viene arrotolata e farcita con cioccolato, confettura o panna a scelta: un dolce goloso e che troverete davvero in tutta la città.

Dove dormire a Zagabria

A Zagabria è possibile alloggiare nelle strutture più diverse: ostelli, alberghi di lusso, b&b e hotel a buon prezzo ma comunque ben attrezzate. Per chi ha deciso di visitare soprattutto il centro città e dintorni consigliamo di scegliere un alloggio nei dintorni così da non perdere tempo negli spostamenti.

Nel cuore della Città Bassa non mancano anche alberghi extra lusso e 4 e 5 stelle molto affascinanti e accessibili, mentre nella Città Alta ci sono pochi hotel ma solo un paio di ostelli e alcuni alloggi economici.

Nella parte nuova della città invece, a Novi Zagabria gli alloggi sono tantissimi e dei più varie ci si potrà trovare fianco a fianco con gli abitanti locali respirare per qualche giorno l’atmosfera tipica della zona: privacy assicurata e zona attrezzatissima.