Perugia: cosa vedere e dove mangiare

cosa vedere a perugia

Scopriamo cosa vedere e dove mangiare a Perugia, una città che attira ogni anno numerosi italiani e turisti da ogni parte del mondo.

Nonostante Perugia non risulti possedere grandi dimensioni, non c’è dubbio riguardo la sua ricchezza storica e culturale. Importante anche la cucina saporita e genuina, ricca di piatti particolari da dover assolutamente assaggiare se la si visita.

Esattamente cosa c’è da vedere a Perugia? Quali sono le maggiori attrazioni? Soprattutto, quali sono i migliori locali dove poter assaporare la cucina tipica?

Cosa vedere a Perugia

Chi decide di fare un weekend a Perugia, o anche di rimanere nella città per più giorni, non potrà assolutamente non visitare alcune attrazioni principali.

Tra queste, la prima da non perdere risulta essere Piazza IV novembre. Da qui si accedono a numerosi altri momenti da non perdere, tra cui Palazzo dei Priori, il Duomo di Perugia, Fontana Maggiore.

palazzo dei priori perugia

Piazza IV novembre è famosa perché coincide con il cuore di Perugia, non solo per la sua posizione centrale, ma anche per la sua importanza culturale, turistica e storica. Si consideri che proprio in questa piazza, si svolge anche il famoso “Eurochocolate”, che è il festival internazionale del cioccolato.

Un’altra particolarità di Piazza IV Novembre è che si trova in pieno centro storico. Ai lati della piazza, si diramano diverse strade, precisamente vicoli, ognuno dei quali conduce a diversi negozietti molto interessanti. Se si percorre il centro storico, non si potranno evitare le numerose botteghe che vendono souvenirs particolari, che vanno da calamite con la tipica scritta “Perugia”, ad altre a forma di Bacio Perugina, cioccolatino nato nell’omonima città. Presso la piazza in questione, sono presenti numerosi locali, i quali offrono un’ampia scelta di piatti tipici.

Si è nominato anche “Palazzo dei Priori”: il palazzo risale al XIII secolo ed è anche la sede della Galleria Nazionale dell’Umbria. Quest’ultima è un vero e proprio museo d’arte, che all’interno custodisce opere di numerosi artisti vissuti tra il XIII ed il XIX secolo.

perugia centro

Da osservare risulta essere anche il “Duomo di Perugia”, che si affaccia solo in parte da Piazza IV Novembre. Un’altra parte si erge su Piazza Danti. Le decorazioni presenti sulle facciate del Duomo, sono una vera ricchezza per l’arte. Si pensi che la “Loggia di Braccio”, presente su una fiancata del Duomo, risale addirittura al 1423 ed è il resto di un’antichissima residenza di “Fortebracci”, che fu signore di Perugia in quel periodo. I turisti non dovranno dimenticare di ammirare anche “Fontana maggiore”, la cui costruzione risale addirittura al 1275 circa.

Per gli appassionati del genere, Perugia offre anche un’amplia libreria esoterica, cioè che vende libri riguardanti la magia, ma anche libri su argomenti religiosi e sacri.

Se queste sono le maggiori attrazioni artistiche, non si può trascurare invece chi è appassionato di shopping. Come già accennato, se si risale verso il centro storico, si troveranno numerose botteghe che offrono un’ampia esposizione di oggetti artigianali particolari: dai vestiti fatti a mano a oggetti da usare come soprammobili, ma non solo.

Se si percorre tutta la zona intorno alla piazza principale, si potranno osservare anche negozi che offrono prodotti tipici come forni, “prosciutterie” (su un negozio c’è proprio scritto “prosciutteria), ristoranti, bar ecc…

Le attrazioni però non sono terminate qui: in molti pensano che Perugia sia troppo piccola per offrire una certa efficienza nei mezzi pubblici. Questi in realtà, non risultano assenti! Una delle attrazioni più particolari da visitare a Perugia, consiste nella “minimetrò”. Alcuni la pronunciano anche come “minimetro”, ma in realtà esiste anche la pronuncia con l’accento. In cosa consiste? È una piccola metro che conduce nei luoghi limitrofi di Perugia.

Gli appassionati di studi, potranno anche visitare la sede della famosa “Università per Stranieri di Perugia”, ad una decina di minuti a piedi dal centro della città.

Cosa mangiare a Perugia

Perugia è molto famosa anche per l’ottima qualità di piatti tipici che è in grado di offrire. Chiunque faccia una passeggiata verso il centro della cittadina, potrà osservare che molti ristoranti lasciano i menù fuori, in modo che i turisti li possano leggere. Se li si osserva bene, in tutti comparirà la famosa “torta al testo”. Questa risulta essere presente anche in alcuni bar, ma non tutti. Di cosa si tratta esattamente? Sebbene la provincia dell’Umbria più famosa per tale piatto risulti essere Gubbio, tuttavia anche Perugia è in grado di offrire un’ottima versione di questa “torta”, che poi “torta” non è. Il piatto non ha nulla a che vedere con un dolce, ma è una focaccia ripiena di prosciutto o qualsiasi tipo di affettato, oppure salsiccia, verdure ecc… Insomma, la si può riempire come la si vuole.

cioccolato di perugia

Famosa a Perugia è anche la qualità della carne e dei salumi. Se si vuole parlare di altri piatti tipici però, non si può escludere il cioccolato perugino. Percorrendo il centro, si può incorrere in diverse cioccolaterie che offro una gamma davvero vastissima di ogni tipo di cioccolato. Famosa è anche la “banana”, un cioccolatino tipico perugino.

Se si parla di primi piatti, non si possono non assaggiare gli “spaghetti o strangozzi al tartufo nero” oppure gli “umbrichelli in salsa di Trasimeno”.

Per i secondi piatti, uno tipico risulta essere la “testina di agnello al forno”, oppure anche il “torello alla perugina”. Va sottolineato che questi risultano essere solo alcuni tra i piatti tipici presenti nella cucina perugina.

Dove mangiare a Perugia

Per poter assaporare anche gli altri piatti della tradizione Umbra, ci si dovrà recare nei ristoranti di Perugia, che offrono le ricette tipiche della regione. Tra questi vi sono: “Il Bacio”, ma anche “DivinPeccato”, “La Bottega di Perugia”.

Tra i migliori bar e pasticcerie, vanno assolutamente citati “Pasticceria 2000” ed anche “L’insolito caffè”. Se questi sono considerati i locali più gettonati, non sono da escludere tutti gli altri: ogni luogo e ogni locale di Perugia presenta una sua particolarità e l’accoglienza dei perugini è così tanto speciale, che sembra quasi di ritrovarsi in un ambiente familiare.