Visitare Tirana in un weekend: le attrazioni; il cibo, le curiosita’

visitare tirana

Tirana è la capitale dell’Albania ed è anche una meta ideale per un weekend alla scoperta di nuove terre e paesaggi. Infatti la capitale non è ancora al pari della altre europee più gettonate e permette vacanze tranquille e gite alla volta di musei, parchi e monumenti meno caotiche.

Sicuramente è una città da scoprire e ben nota per le sue architetture contaminate dal mood sovietico e ottomano. Ecco tutti i nostri consigli di viaggio per pianificare al meglio una trasferta anche breve ma appagante a 360 gradi.

Informazioni su Tirana

cosa-vedere-fare-tirana

Tirana, in lingua albanese Tiranë, si trova a circa 110 metri sul livello del mare e la sua superficie è di pari a 1110 Km quadrati. I suoi abitanti, chiamati tiranas sono circa 895.160, dati del 2019. Nella città il clima è temperato con estati calde e inverni freschi e umidi: il periodo consigliato per visitarla va da aprile a settembre-ottobre.

Curiosità su Tirana e sull’Albania

Il paese delle aquile

L’Albania infatti è chiamata dai suoi abitanti e in lingua madre: Shqipëria, che tradotto significa proprio Paese delle Aquile.

Nel 1967 l’Albania fu il primo paese a dichiararsi ateo.

Artisti e personalità di spicco albanesi

Sono tanti gli artisti e le personalità che a livello mondiale hanno dato il loro contributo e che hanno origini albanesi. Tra queste sicuramente va citata Madre Teresa perché anche se nata nell’Impero Ottomano, a Skopje oggi capitale della Macedonia, era di dominio albanese. Tra i musicisti famosi in Italia c’è Ermal Meta, nato proprio in Albania e trasferitosi in Italia all’età di 13 anni e poi anche i ballerini Kledi Kadiu e Leon Cino.

I tanti bunker nel paese

Si conta infatti che in tutta l’Albania ci siano tuttora circa 750 mila bunker realizzati durante la Guerra Fredda.

Indro Montanelli e l’Albania

Uno dei più grandi giornalisti del ‘900 in Italia, Indro Montanelli appunto, ha visitato l’Albania nel 1939 quando fu inviato di guerra per il Corriere della Sera: da questi articoli è poi nato il libro Albania, una e mille.

Cosa vedere a Tirana

cose da vedere a tirana albania

Per tutta la famiglia

Piazza Scanderberg: caratterizzata dalla statua dedicata all’eroe albanese Scanderbeg che sconfisse gli Ottomani. Qui si affacciano anche alcuni dei palazzi istituzionali di Tirana.

La Torre dell’Orologio: uno dei simboli della città si trova in zona centrale ed è conosciuta anche come Kulla e Sahatit. Risale al 1821 e la sua costruzione fu possibile grazie soprattutto al finanziamento delle famiglie più ricche di Tirana. Oggi è visitabile fino in cima e qui si gode di una vista davvero suggestiva sull’intera capitale albanese.

Per chi ama l’arte e l’architettura

La Piramide di Hoxha: una costruzione voluta dal dittatore Enver Hoxha e che doveva esser il suo mausoleo è oggi un centro culturale giovanile.

La Cattedrale di San Paolo: apparentemente iper moderna è una costruzione che va assolutamente visitata. La pianta e la sua struttura interna sono particolari e sono presenti sulle vetrate anche le rappresentazioni di Madre Maria Teresa di Calcutta e di Papa Giovanni Paolo II.

La Moschea Et’hem Bey: è la più bella di tutta l’Albania e costruita nel lontano 1789. E’ particolare anche per i temi rappresentati al suo interno: paesaggi ed elementi naturali, insoliti nell’arte islamica. La Moschea è anche simbolo, per certi versi, della caduta del comunismo in Albania, infatti una flotta armata di paesani nel 1991 la riaprì senza autorizzazione e fu il preludio della caduta del regime stesso.

Per chi ama la natura

Il Giardino Botanico Kopshti Botanik: è la meta ideale per chi vuole immergersi nella natura più lussureggiante. L’area ha una superficie di circa 15 ettari e le specie naturali visibili sono davvero tantissime.

Per chi vuole rilassarsi

A Tirana è anche possibile prendersi qualche ora di totale relax e farsi consolare nei tanti centri benessere sparsi per la città. Si tratta di strutture che non hanno nulla di diverso dai nostri centri spa e sono specializzati ed attrezzati.

Per chi cerca qualcosa di insolito

Il Museo dei Servizi Segreti, la Casa delle Foglie: è una meta insolita quanto interessante ed è anche possibile vedere le attrezzature utilizzate per spiare i sospettati.

Shopping e movida a Tirana

Il Quartiere Blloku: meta preferita dai giovani del posto è considerato quello più trend dell’intera Tirana. Il quartiere rappresenta la rinascita della città ed è caratterizzato da un’atmosfera vivace data anche dai tanti negozi e dai locali, bar, ristoranti e tavole calde.

Il Mercato Centrale: meta ad hoc per chi vuole immergersi nel mood di Tirana. Sarete invasi dalle leccornie e dai prodotti tipici del posto acquistabili a prezzi davvero concorrenziali.

Cosa mangiare a Tirana

cosa mangiare tirana

Meze: è l’aperitivo che prende ispirazione da quello greco e turco, ma in questo albanese sono compresi olive, formaggio, una salsina a base di yogurt, verdure come fave e pomodori, ideale per i vegetariani e i crudisti.

Shishkebab: sono spiedini cotti sul fuoco di origine araba e realizzati da carne di agnello e manzo e insaporiti da svariate spezie com pure la cannella e il coriandolo.

Tave dheu: o carne in terracotta seconda la traduzione, è un piatto tipico di tutta l’Albania e caratterizzato da carne stufata con verdure e arricchita dalla classica ricotta albanese, la gjizë.

Dove dormire a Tirana

dove dormire tirana

I tour operator consigliano soprattutto di alloggiare in zona centrale a Tirana, in questo modo gli spostamenti saranno facili e potrete visitare le maggiori attrazioni senza perdere troppo tempo. I quartieri migliori sono accanto alla Piazza Skanderberg, Boulevar Dëshmorēt, Kombit e Bllok, un po’ più caotico degli altri.

Potrebbe interessarti 20 cose da fare a Tirana: tour, attività e visite guidate