Cosa vedere a Roma in soli 2 giorni

cosa vedere a roma in 2 giorni

Sappiamo bene che per visitare Roma abbiamo bisogno di almeno 3 o 4 giorni, non possiamo dimenticare però coloro i quali vogliono godersi Roma al meglio avendo a disposizione soltanto 2 giorni. Vediamo un possibile itinerario:

Giorno di arrivo: Piazze e fontane

piazza navona roma

Tra l’arrivo e il momento in cui puoi lasciare le valigie in hotel, sicuramente non avrai molto tempo per visitare monumenti e musei, cosa fare? Niente di meglio che passeggiare per il centro e scoprirne le vie, le piazze e le fontane.

La prima cosa da fare è prendere la metro per arrivare a Piazza di Spagna: la sua famosa scalinata e l’atmosfera della piazza saranno un buon modo per iniziare il viaggio. D’ora in poi il tour prosegue a piedi.

Percorrerai Via dei Condotti (una delle più importanti vie dello shopping) fino a raggiungere Via del Corso, dove girerai a sinistra. Percorrendo questa strada attraverserai Piazza Colonna (dove si trova la Colonna di Marco Aurelio ) e più avanti due strade sul lato sinistro, prendi Via delle Muratte.

A pochi metri arriverete ad un’immagine che non potrete cancellare dalla vostra memoria: la Fontana di Trevi. Ottimo posto dove fermarsi qualche minuto e, se credi alla leggenda, cogli l’occasione per lanciare la moneta.

Tornando indietro lungo Via delle Muratte, attraverserete Via del Corso e proseguirete per Via di Pietra. In 5 minuti raggiungerai il Pantheonl’edificio meglio conservato dell’Impero Romano. Se sei stanco puoi prendere un cappuccino seduto ai bar della piazza.

Lasciando Piazza della Rotonda lungo la Salita de Crescenzi e seguendo le indicazioni arriverete a Piazza Navona, dove fermarsi ad ammirare le tre fontane realizzate dal Bernini.

Lasciando la parte sud della piazza (dove si trova la Fontana del Moro) arriverete in Corso Vittorio Emanuele II, una strada più ampia. Se si percorre la strada a sinistra, si incontra l’Area Sacra, uno scavo che, quando illuminato, richiama molta attenzione.

Proseguendo nella stessa direzione vedrai il Monumento a Vittorio Emanuele II, un enorme edificio realizzato in onore del primo re dell’Italia unita. Se hai ancora tempo, puoi visitare Piazza del Campidoglio.

Sarà tardi e dopo questa passeggiata vorrai riposarti. Se hai ancora le forze, dopo cena puoi andare a bere qualcosa al Campo dei Fiori, una delle piazze più vivaci della movida romana.

Primo giorno: il Vaticano

vaticano

Se il tuo viaggio è nel fine settimana e vuoi visitare i Musei Vaticani, dovresti visitare il Vaticano il sabato, poiché i musei sono chiusi la domenica (tranne l’ultima domenica di ogni mese).

Se rimani a Roma solo per un paio di giorni, non avrai problemi ad alzarti presto. Per approfittare della giornata non dovresti arrivare in Vaticano più tardi delle 9 del mattino.

Per arrivare a Città del Vaticano è necessario prendere la metropolitana fino alla fermata Ottaviano. Quando si lascia la stazione prendere la strada con lo stesso nome fino a raggiungere Piazza San Pietro.

Quando riprendi fiato mettiti in fila per entrare nella Basilica di San Pietro, il tempio più importante del cattolicesimo.

Se vuoi godere di magnifici panorami, non puoi perderti la salita alla cupola e vedere tutta Roma dai suoi 136 metri di altezza. La salita è piuttosto lunga, soprattutto se si opta per le scale.

Quando scendi dalla cupola, devi lasciare Piazza San Pietro e seguire le indicazioni per arrivare ai Musei Vaticani. Se sei fortunato non ci sarà molta coda e potrai entrare più o meno velocemente. Se ti piacciono i musei puoi rimanere per ore o giorni, ma pensa che alla fine di questi c’è il capolavoro di Michelangelo: la Cappella Sistina.

Al termine delle visite vaticane si può prendere Via della Conciliazione da Piazza San Pietro. Percorrendo questa via raggiungerete Castel Sant’Angelo e l’omonimo ponte, senza dubbio uno dei più belli di Roma. Se ti piacciono i castelli, non puoi perderlo.

Attraversando il ponte e seguendo le indicazioni, non avrete problemi ad arrivare a Piazza Navona e al Pantheon, dove arrivando in giornata potrete accedere al suo interno.

Se ci sono ancora ore di sole e vuoi un po ‘di relax, puoi andare a Villa Borghese per una passeggiata. Se viaggi con bambini ti ringrazieranno.

Di notte, non c’è niente di meglio che fare una passeggiata senza meta per lasciarsi stupire dalle meraviglie che si possono trovare ovunque in città. Puoi finire a bere qualcosa al Campo dei Fiori.

Secondo giorno: Roma imperiale

foro romano

Se ti piace la storia di Roma avrai risparmiato il meglio per l’ultimo giorno, visto che oggi è la visita del Foro Romano, del Palatino e del Colosseo. Se non hai voglia di camminare, puoi prendere la metropolitana fino alla fermata Colosseo.

Appena usciti dalla stazione avrete davanti a voi la grande meraviglia dell’antica Roma: il Colosseo. Se trovi una lunga coda (più di 15 minuti) puoi andare prima a visitare il Foro Romano e il Colle Palatino. L’ingresso è congiunto e puoi quindi tornare al Colosseo senza fare la fila.

Dopo aver completato queste visite, è possibile accedere al Campidoglio dalla parte settentrionale del foro. Arrivati ​​in Piazza del Campidoglio, non perdetevi la statua di Romolo e Remo, si trova prima di entrare in piazza e non è facile da vedere.

Scendendo le scale della piazza prenderete a sinistra Via del Teatro Marcello. In meno di 10 minuti arriverete alla chiesa di Santa María de Cosmedin, dove si trova la Bocca della Verità.

Attraversando il fiume Tevere raggiungerete Trastevere, uno dei quartieri preferiti da tutti i viaggiatori. L’atmosfera è molto autentica, i ristoranti sono buoni e hanno prezzi molto convenienti. Puoi terminare la cena con un gelato nella piazza della Basilica di Santa María in Trastevere.

Se hai ancora le forze e hai tempo per tornare in aeroporto, puoi visitare luoghi vicini come i ruderi del Circo Massimo o le Terme di Caracalla.

E se avessi più tempo?

Se trascorrerai più giorni a Roma e hai seguito il nostro itinerario base, non puoi perderti la visita ai musei o le catacombe. A Roma puoi passare molti giorni e non annoiarti mai.